MY MOTHER USED TO SAY

If you can’t beat them, join them“.
Come dire: se non puoi batterli, ci devi scendere a patti.
In situazioni normali è quel che ogni persona di buon senso suggerirebbe, anche in ambito calcistico.
Alla lunga non si traggono vantaggi dal fare la guerra a tutti (arbitri, massmedia, istituzioni). Ci sono 1000 (mmmillle!!!) modi per inciampare e perdere tutto (punti, faccia, campionati…).
Quindi, se non puoi vincere ti tocca abbozzare.

Ma qui possiamo vincere perdio!

A livello italiano abbiamo nettamente la squadra più forte, e fino a tre settimane fa ciò era ammesso da tutti , seppur a denti stretti e bestemmie smozzicate. Da lì in poi un pari anomalo a Parma, un altro a Napoli (che fa il partitone della vita guarda caso con noi, ma dove c’è anche un rigoruccio a ns favore stranamente ignorato) ed un terzo domenica che, per come è arrivato, vale come una vittoria (in 9 per un’ora).
Nella mia nota post-derby a un certo punto ho sottolineato lo sdegno per le malefatte arbitrali, che però in un certo senso mi facevano ridere dal momento che eravamo e siamo molto (emphasis not added) più forti degli altri. Credo che, senza falsa modestia, l’Inter debba approfittare si questa “molta” superiorità per permettersi di fare quel che altrimenti sarebbe suicida anche solo pensare: mandare tutti affanculo.
Noto ad esempio con piacere che già da qualche anno i tesserati nerazzurri non presenziano più ai salotti televisivi della domenica sera (DS e Controcampo): prassi lodevole e assolutamente da continuare, rendendola però più esplicita. Sogno un comunicato ufficiale in cui si renda palese la cosa e la si motivi a chiare lettere. Non ci vogliamo sporcare con questo lordume.
Per citare la vivace canzonetta di quache anno fa: “Non ci avrete mai come volete voi”!
Potrebbero poi seguire aggiornamenti settimanali, tipo: “ieri rigore non fischiato o espulsione inventata, zero risalto sui media. Continuiamo a non volerci sporcare”.

Per scrivere questa nota ho atteso la prevista stangata del giudice sportivo Tosel, sulla quale non posso esimermi dal commentare punto per punto:

3 giornate a Mou: prevedibili. Mi chiedo però perché il 4° uomo, o gli ispettori del giudice sportivo che apprendo essere stati presenti a bordo campo (ci sono sempre? Questa è la prima volta che la sento) non abbiano segnalato la cosa all’arbitro. Se la sua condotta merita 3 giornate vuol dire che è gravissima. E se è gravissima e viene vista dagli arbitri, perché non sanzionarla subito? In Juve-Inter tutti a lodare il 4° uomo perché “fa la spia” all’arbitro segnalando che Mou lo sta applaudendo in modo ironico (per inciso da quella punizia-che-non-c’era nasce l’1-0 della Juve, ma va beh…). Era solo un applauso e tutti a dire “bravo il 4° uomo, attento e solerte”. E qui, quel gesto così plateale, meritevole di tre giornate e 40mila € di multa (che poi ‘sti soldi a chi vanno??) e nessuno dice niente? Ma l’arbitraggio non era mica stato impeccabile?
1 giornata a Cordoba: inevitabile dopo il doppio giallo (non torno a sindacare circa la correttezza delle ammonizioni);
1 giornata Samuel: una!?!? In sostanza il giudice sportivo sbugiarda l’arbitro che aveva mostrato il rosso diretto che, non so se da norma scritta o comunque per prassi ultra-consolidata, comporta 2 giornate di stop. Ri-domando: ma l’arbitraggio non era mica stato impeccabile?
2 giornate a Cambiasso: per aver tentato a fine primo tempo di tirare un cazzotto ad un avversario nel tunnel che porta agli spogliatoi. Ora , a parte che nessuno dei Doriani ha fatto riferimento a questo (e Marotta ha passato tutto ieri a censurare la condotta di Mourinho e dell’Inter, quindi avrebbe avuto solo interesse ad aggiungere quest’altro carico da 90), torno a quanto detto prima. Se viene scritto a referto vuol dire che qualcuno ha visto. E tu, arbitro impeccabile, fai continuare la partita a uno che tenta di colpire un avversario, oltretutto a gioco fermo?
2 giornate a Muntari: per avere insultato ripetutamente l’arbitro. Vedi supra: hai sentito e non lo cacci fuori? E sì che ne abbiamo viste di espulsioni di giocatori dalla panchina…Arbitro impeccabile, che ti succede?

La mia opinione? Le robe di Cambiasso e Muntari sono balle. Inventate. Messe lì a bella posta, per far pensare al tifoso ingenuo “Azz ci è andata ancora bene…”.
Sì è vero, sono il complottista visionario che soffre da sindrome di accerchiamento. Me lo dicevano anche nel 2006. Vedete voi…
Su ‘ste cose poi sono suscettibile e le prendo sul personale: al Liceo, un anno presi tre esami a Settembre: onestamente pensavo di meritarne due. Non solo me ne diedero tre, mi arrivarono pure due “letterine” (antesignane dei debiti formativi, come a dire: guarda che non ti ho dato l’esame perché son buono, ma sei un caprone e ripassati la materia).
La sensazione è la stessa: la prendi nel culo e devi pure ringraziare.
Ora, io a scuola non sono mai stato come questa Inter (mi avvicinavo di più all’Inter di quei tempi: i fratelli Paganin, A. Orlando, Taccola…) e quindi ho abbozzato.
Qui invece l’Inter può e deve fare muro. Siamo i più forti, vinciamo da 4 anni, abbiamo alle spalle milioni di tifosi e credo che, con una comunicazione mirata e battagliera (hai detto niente…) sarebbero più che pronti a fare “massa critica” e rompere i coglioni a chi di dovere.
Ovviamente tutto questo a 48 ore dalla partita più importante della stagione.
Ma se no non saremmo l’Inter…
Amala!!!

Un pensiero su “MY MOTHER USED TO SAY

  1. Pingback: SHIT HAPPENS. AGAIN. AND AGAIN. AND AGAIN… | complottonerazzurro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.